Nei passaggi successivi potrai creare una macchina virtuale su un server Hyper-V e assegnerai a quella macchina virtuale il backup avviabile del tuo sistama protetto da BackupAssist Classic/ER.

1. Apri Windows Hyper-V Manager su un server che può accedere al backup avviabile.

2. Selezionare Nuovo quindi Macchina virtuale… dal menu Azioni

Questo apre la Creazione guidata nuova macchina virtuale, che ti guiderà attraverso i passaggi che devi completare per creare la VM.

3. La schermata Specifica nome e posizione

  1. Immettere un nome per la VM nel campo fornito.
  2. Controlla la posizione in cui verrà creata la VM. Per utilizzare una posizione diversa, selezionare Archivia la macchina virtuale in una posizione diversa e Sfoglia per selezionare la nuova posizione.
  3. Fare clic su Avanti .

4. La schermata Specifica generazione

Scegli una macchina virtuale di prima o seconda generazione e fai clic su Avanti 

  1. Selezionare Generazione 1 se i supporti di backup e di avvio provenivano da un server BIOS.
  2. Selezionare Generazione 2 se i supporti di backup e di avvio provenivano da un server EFI.

5. La schermata Assegna memoria 

Assegna memoria alla VM e fai clic su Avanti . La memoria richiesta varia da sistema a sistema. Se si seleziona Usa memoria dinamica per questa macchina virtuale, viene utilizzata solo la memoria necessaria (dalla memoria assegnata). Ciò può comportare che la macchina virtuale utilizzi meno memoria, anche se potrebbe essere meno reattiva.

6. La schermata Configura rete

Selezionare Microsoft Hyper-V Network Adapter – switch virtuale e fare clic su Avanti .

Gli switch di rete virtuali vengono configurati in Hyper-V Manager e usati per fornire l’accesso alla rete delle macchine virtuali tramite la scheda di rete dell’host. Sarà necessario l’accesso alla rete se il backup avviabile non è archiviato su un’unità locale.

7. La schermata Collega disco rigido virtuale 

Per utilizzare il backup avviabile (file VHDX) come disco della VM:

  1. Selezionare Usa un disco rigido virtuale esistente .
  2. Utilizzare il campo Posizione per Sfogliare e quindi selezionare 1-bootable.vhdx (il backup VHDX reso avviabile).
  3. Fare clic su Avanti

Queste selezioni indicano che la nuova macchina virtuale utilizzerà il backup avviabile come disco.

8. La schermata Riepilogo 

Esamina le selezioni della macchina virtuale e fai clic su Fine . La macchina virtuale verrà ora creata e aggiunta all’elenco delle macchine virtuali in Hyper-V Manager.

9. Aggiungere volumi di dati alla VM

I backup dei server con volumi di dati includeranno file VHDX aggiuntivi per tali volumi. Questi volumi possono essere aggiunti ora, dopo che la macchina virtuale è stata creata o successivamente mentre la macchina virtuale è in esecuzione.

Per aggiungere un volume di dati a una VM:

  1. Identificare il file VHDX nel backup che corrisponde al volume di dati. Questo si troverà nella stessa cartella del volume di avvio istantaneo della VM (…BackupAssistBackupsInstantBoot).
  2. Apri le impostazioni del guest Hyper-V e aggiungi VHDX come disco aggiuntivo alla macchina virtuale.

In alcune versioni di Windows, il disco verrà montato automaticamente mentre la VM è in esecuzione, ma in altre potrebbe essere necessario aprire Gestione disco e online il disco.

10. Aggiungi e configura uno switch NAT

Un commutatore NAT (commutatore di traduzione dell’indirizzo di rete) consente a una macchina virtuale di accedere alle risorse di rete usando l’indirizzo IP di un server host fisico e una porta attraverso il commutatore virtuale Hyper-V della macchina virtuale.

Per creare uno switch NAT sull’host Hyper-V, seguire i passaggi forniti da Microsoft in questo documento: https://docs.microsoft.com/en-us/virtualization/hyper-v-on-windows/user-guide/ setup-nat-network. Dopo aver seguito questi passaggi, vai alla VM e controlla che la scheda di rete mostri un NATSwitch nel campo Virtual Switch.

Ora puoi avviare la VM.

11. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla nuova VM e selezionare Avvia .

12. Fai clic con il pulsante destro del mouse sulla nuova macchina virtuale e seleziona Connetti 

Questo aprirà una sessione in modo da poter accedere alla VM.

Accedere alla macchina virtuale utilizzando le credenziali di amministratore di Windows del server di cui è stato eseguito il backup.

Ora puoi assegnare l’indirizzo IP privato alla VM 

13. Apri la finestra Connessioni di rete

14. Fare clic con il tasto destro sulla scheda di rete e selezionare Proprietà.

15. Selezionare Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4), fare clic sul pulsante Proprietà e configurare come richiesto.

16. Apri un browser e verifica che la macchina virtuale ripristinata sia connessa a Internet.

La VM può ora accedere a Internet ed eseguire tutte le funzioni del server fisico di cui è stato eseguito il backup.