Per eseguire un avvio istantaneo della VM occorre seguire i seguenti passi per trasformare un backup in una VM avviabile in un ambiente Hyper-V:

1. Individuare il backup del server che desideri ripristinare

Nota: nella cartella BackupAssistBackups (dove si trova il backup locale o il backup scaricato), è presente una cartella InstantBoot. L’exe e le librerie necessarie vengono copiate qui.

2. Aprire un prompt dei comandi con privilegi amministrativi.

3. Modificare il percorso nel prompt dei comandi puntando alla cartella di destinazione del backup  …BackupAsssistBackupsInstantBoot

Questa è la posizione del comando vm-instant-boot.exe, che verrà utilizzato per convertire il file VHDX del backup in un file VHDX avviabile della macchina virtuale Hyper-V.

4. Eseguire il comando .vm-instant-boot.exe -l

Questo elencherà tutti i backup compatibili con il ripristino bare metal che è possibile convertire in backup avviabili. L’elenco mostrerà il nome della macchina di cui è stato eseguito il backup, un GUID, il nome del processo di backup e la data e l’ora in cui è stato eseguito il backup. 

5. Selezionare il backup desiderato passando il GUID al comando -i.

Ecco un esempio di chiamata dei comandi –l, -m e –i. Elenca i backup necessari per garantire che sia presente un (BMR) alla fine di esso per indicare che è compatibile con BMR.

Eseguire il comando senza alcun parametro per ottenere informazioni di aiuto.

Il VHDX avviabile creato si trova nella cartella: 

BackupAsssitBackupsInstantBootInstantboot 

con il nome 1-bootable.vhdx.

N.B. se il backup si trova in una condivisione di rete, assicurarsi di montare la cartella sopra BackupAssistBackups su una lettera di unità in modo da potervi accedere dal prompt dei comandi. È inoltre importante disporre delle autorizzazioni necessarie.